Logo Comune San Paolo d'argon   Comune di San Paolo d'Argon

San Paolo 9

Plis delle Valli d'Argon

Il P.L.I.S. delle Valli d’Argon è ubicato in posizione baricentrica rispetto al territorio della provincia di Bergamo. Il Parco si estende su una superficie di 549 ettari ricadenti nei territori amministrativi dei comuni di Albano Sant’Alessandro, Cenate Sotto, San Paolo d’Argon e Torre dè Roveri così suddivisi per comune: Albano Sant'Alessandro 202 ettari, Cenate Sotto 60 ettari, San Paolo d'Argon 120 ettari, Torre de' Roveri 270 ettari. Il Parco, riconosciuto dalla Provincia di Bergamo con deliberazione di giunta n. 116 del 23 marzo 2006, è stato istituito ai sensi dell'articolo 34 delle legge regionale 30 novembre 1983, n.86 e dell'articolo 3 comma 58 della legge regionale 5 gennaio 2000, n.1. Il comune di San Paolo d’Argon è stato individuato quale Ente capofila per l'attuazione del programma di gestione del parco. La denominazione “Valli d’Argon” è stata attribuita evidenziando il Monte d’Argon che è elemento fisico e toponomastico caratterizzante il territorio del Parco. La particolare collocazione prossima agli abitati e, in generale, nell’area più densamente abitata della provincia, la vicinanza al capoluogo, il processo di conurbazione e l’intensa urbanizzazione est-ovest tipica della fascia pedemontana della Lombardia, fanno assumere al Parco un ruolo ancor più importante sia dal punto di vista della fruibilità sia di quello legato alla conservazione del territorio. Il carattere “sovracomunale” è ben affermato da una potenzialità fruitiva del Parco, che si estende oltre gli abitanti dei territori amministrativi interessati. Gli abitanti dei territori interessati dal Parco al 31 dicembre 2006 sono pari a 17.911 unità, numero che conferma l’alta potenzialità di fruizione dell’area e contemporaneamente il ruolo strategico del Parco. Le finalità del PLIS sono quelle di: 1. recuperare e valorizzare il sistema viario costituito da sentieri, mulattiere e strade mediante la riscoperta di antichi tracciati, nonché la riqualificazione paesistica dei punti panoramici presenti lungo tali vie; 2. rilanciare una fruibilità dei boschi e delle valli anche attraverso nuovi percorsi, luoghi di sosta e di godimento panoramico, che esaltino le caratteristiche naturali e la presenza delle numerose emergenze architettoniche; 3. valorizzare le attività agricole presenti, incentivando colture tradizionali e compatibili con il paesaggio, anche mediante la verifica attenta delle reali necessità produttive; 4. uniformare gli interventi edilizi comuni sul territorio quali ad esempio recinzioni, interventi sull'alveo dei corsi d'acqua, mediante l'adozione di un "manuale degli interventi" con tecniche attente all'ambiente naturale; 5. promuovere una serie di studi naturalistici e approfondimenti di carattere storico-sociale al fine di evidenziare le potenzialità dell'area e diffondere i contenuti scientifici; 6. promuovere le attività di fruibilità turistica e di servizio compatibili con l'ambiente e individuare le modalità e le strategie di valorizzazione delle diverse attività sportive quali trekking, mountain bike, equitazione ecc.; 7. attivare tutte le iniziative di studio promozionali e pubblicitarie del Plis al fine di rilanciare le attività di ristoro/soggiorno ed economiche legate alle vacanze e al tempo libero, nonché le attività agricole compatibili per la conservazione del territorio; 8. riqualificare i coni panoramici di cui l'area è ricca, mediante l'interramento di linee tecnologiche aeree, l'asportazione e la razionalizzazione dei pali relativi alla segnaletica, alla pubblicità ecc. La riqualificazione dovrà essere attenta anche nei confronti dell'inquinamento luminoso notturno, prodotto dall'eccessivo carico di luci artificiali; 9. recuperare quelle parti di paesaggio degradate da nuovi interventi, non consone all'ambiente, mediante progetti indirizzati a recuperare il continuum paesistico collinare. Il progetto relativo al riconoscimento del PLIS delle Valli d’Argon, costituito dagli elaborati e documenti pertinenti il medesimo e la deliberazione della giunta provinciale, sono depositati in libera visione al pubblico presso l’Ufficio Tecnico del comune di San Paolo d’Argon.


Visualizza l'approfondimento del progetto sul sito della Provincia di Bergamo relativo al Parco delle valli d’Argon

Visualizza la deliberazione di giunta provinciale n. 116 del 23 marzo 2006 di riconoscimento del Plis


Visualizza la convenzione per la costituzione del Plis

Valid XHTML 1.0 Strict